Search Results

12 risultati trovati

    Post sul blog (8)
    • Gelsomino…come prepararne un olio profumato

      Il fiore di gelsomino non sopporta l’alta temperatura della distillazione; attualmente sul mercato si può trovare l’assoluta ottenuta attraverso l’uso di solventi, oppure (ma non voglio sprecare troppe parole) le fragranze di sintesi che beffeggiano in malissimo modo e offendono questo sublime profumo che Madre Natura ci dona. Al termine del periodo il grasso saturo nell’aver assorbito le componenti volatili (affini al grasso, cioè lipofile) veniva raschiato dalle lastre ottenendo la “pommade floreal” utilizzata tale e quale come profumo solido oppure sottoposta a “lavaggio”con solvente quale l’alcool etilico ottenendo un olio profumato dal quale, dopo opportuna filtratura, si otteneva l’ “Assoluta”. Quando utilizziamo le assolute invece, attenzione a microdosare la sostanza perchè molto concentrato: sono sufficienti 2-3 gocce in 50 ml di crema o olio base. …la mano di una fatina, Ada Fariselli… grazie del tuo contributo per lo stimolo a dare vita a questo momento…🥰 Esistono tanti tipi di gelsomini, per ricavarne l’assoluta si usa il Jasminum officinalis e il Jasminum grandiflorum, mentre in Oriente e zona arabiche è rinomato il profumatissimo Jasminum sambac. Profumo dalle note calde, avvolgenti…se olfattiamo le “assolute” di gelsomino che troviamo sul mercato, all’inizio emerge una nota più erbacea e verde per poi virare a far sbocciare la nota di cuore floreale e gioiosa, che trasporta in un soave languore; dopo qualche ora si esprime la nota più di fondo, dal sentore quasi animale.

    • Gelsomino…come prepararne un olio profumato

      Il fiore di gelsomino non sopporta l’alta temperatura della distillazione; attualmente sul mercato si può trovare l’assoluta ottenuta attraverso l’uso di solventi, oppure (ma non voglio sprecare troppe parole) le fragranze di sintesi che beffeggiano in malissimo modo e offendono questo sublime profumo che Madre Natura ci dona. Al termine del periodo il grasso saturo nell’aver assorbito le componenti volatili (affini al grasso, cioè lipofile) veniva raschiato dalle lastre ottenendo la “pommade floreal” utilizzata tale e quale come profumo solido oppure sottoposta a “lavaggio”con solvente quale l’alcool etilico ottenendo un olio profumato dal quale, dopo opportuna filtratura, si otteneva l’ “Assoluta”. Quando utilizziamo le assolute invece, attenzione a microdosare la sostanza perchè molto concentrato: sono sufficienti 2-3 gocce in 50 ml di crema o olio base. …la mano di una fatina, Ada Fariselli… grazie del tuo contributo per lo stimolo a dare vita a questo momento…🥰 Esistono tanti tipi di gelsomini, per ricavarne l’assoluta si usa il Jasminum officinalis e il Jasminum grandiflorum, mentre in Oriente e zona arabiche è rinomato il profumatissimo Jasminum sambac. Profumo dalle note calde, avvolgenti…se olfattiamo le “assolute” di gelsomino che troviamo sul mercato, all’inizio emerge una nota più erbacea e verde per poi virare a far sbocciare la nota di cuore floreale e gioiosa, che trasporta in un soave languore; dopo qualche ora si esprime la nota più di fondo, dal sentore quasi animale.

    • La Meditazione Olfattiva

      Chiudi gli occhi…lasciati andare e ascolta attentamente dove arriva, cosa senti, che parte del corpo coinvolge maggiormente, che cosa ti evoca: immagini, colori, sensazioni, ricordi… Collegarci all’ascolto interiore di una fragranza è una strada piacevole e intensa che apre alla conoscenza, alla curiosità nell’esplorare dimensioni nuove, aiuta a stupirci di come i profumi muovano e smuovano energie e dettagli assopiti, stimola la creatività, la gioia; il piacere di immergersi in colori, immagini, sensazioni profumate é lasciarsi trasportare verso orizzonti inaspettati.

    Visualizza tutti

vivi armonico

HELP

CONTATti

Newsletter

Sabrina - 347 8364839

Stefano - 328 8255168
viviarmonico@gmail.com

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

© 2020 by Faris. Proudly created for viviarmonico.it