Fumi, Segni e Sogni

LA FUMIGAZIONE ASTRALE E I SOGNI PROPIZIATORI

Erbe e incensi hanno da millenni rappresentato un veicolo per collegarci ai mondi ultraterreni, e attualmente c’è un risveglio verso queste antiche conoscenze dopo un oblìo durato secoli.

Attraverso la fumigazione e l’uso degli aromi naturali si entra in un universo senza tempo nè spazio. In tal modo si accede al regno dell’inconscio, dell’intuizione, dell’immaginzione, del patrimonio esperienziale dell’umanità risvegliando e nutrendo l’emisfero cerebrale destro che nei tempi si è atrofizzato.

Attraverso la via olfattiva le molecole odorose arrivano alla zona del cervello più antica, il paleoencefalo dove risiede il sistema limbico, sede dei ricordi, delle emozioni, del vissuto archetipico e delle memorie. Attraverso questa via abbiamo risposte viscerali e istintive allo stimolo olfattivo, e solo in un secondo tempo interviene la corteccia prefrontale con l’elaborazione più mediata del segnale nervoso: avere naso e fiuto ci ricordano l’istintività, un sentire arcaico libero dai ragionamenti ed elucubrazioni mentali.

Fin dall’antichità sacerdoti, uomini e donne di medicina conoscevano e utilizzavano le sostanze botaniche con proprietà psicotrope i cui principi psicoattivi venivano liberati e inalati attraverso la fumigazione su brace. Gli ambiti interessavano la salute, la magia e il mondo divino per comunicare in altre dimensioni, con le divinità e trasmettere messaggi, profezie, oracoli. 

… la Pythia…

Nell’antica Grecia gli influssi astrali plasmavano la vita e la morte degli uomini e l’uomo dopo la morte faceva ritorno alla propria stella. Profumi, Dei e pianeti erano legati già dai tempi dei babilonesi, la cui astrologia influenzò quella greca; insieme alla mitologia e all’arte della fumigazione terapeutica si crearono così le basi per la fumigazione astrale e zodiacale.

Risvegliare le energie positive collegate ai pianeti rappresentava un cammino di crescita e guarigione; attraverso determinate erbe ed incensi si creava il collegamento tra divinità, stelle, uomini, ed esseri vegetali. Le diverse sostanze da bruciare singolarmente o in miscela avevano corrispondenze tra i 4 elementi, i pianeti e i segni zodiacali.

Nei fumi odorosi risiedono le energie dei segni zodiacali, responsabili delle caratteristiche dei singoli segni; ognuno può ritrovarsi così nelle miscele odorose e sperimentare caratteri diversi dal proprio esplorando mondi sconosciuti.

All’elemento Fuoco si associa energia, forza, purificazione, immaginazione; alla Terra il legame con il suolo, la concentrazione, il senso critico; all’elemento Aria: movimento, informazione, comunicazione; all’Acqua: sensibilità, purificazione, guarigione.

Le fumigazioni nell’antica Grecia inoltre, accompagnavano il processo dell’oracolo e dei sogni divinatori; questi ultimi facevano anche parte dell’ultimo livello del processo di guarigione nei Templi di Asclepio.Le cure si eseguivano nei templi perchè il medico era anche sacerdote: medicina e spiritualità erano strettamente connessi.

Dopo essere passati attraverso esercizi fisici, bagni, alimentazione adeguata, digiuni, unzioni,terapie a base di erbe ecc… il malato accedeva al livello supremo dove attraverso la fumigazione di erbe ed incensi particolari, si abbandonava al sonno templare guaritore.

Il linguaggio visivo dell’inconscio attraverso l’attività onirica può offrire risposte e rivelazioni.

Di seguito alcune sostanze botaniche psicoattive utilizzate nell’antichità.

ALLORO: era definito l’erba del delfino, animale sacro e simbolo del mondo dell’ inconscio; rappresentava il messaggero proveniente da altri mondi: da quì il nome del famoso oracolo di Delfi che utilizzava l’alloro per entrare in profondo stato di alterazione della coscienza e mediare tra gli Dei e gli uomini. Intensifica le facoltà percettive e di chiaroveggenza (insieme al mastice greco), favorisce l’attività onirica.

DITTAMO cretico: considerata pianta sacra nell’antichità, capace di potere divinatorio. Ha fama di rafforzare le energie legate ad un “desiderio” ovvero, bruciando la pianta occorre visualizzare e concentrarsi sull’immagine e invocare l’aiuto della pianta affinchè il “giusto” desiderio si avveri. Azione rilassante ed equilibrante

VERBENA officinalis: una delle erbe più amate dai celti, era chiamata erba dei druidi, erba del sogno. Veniva utilizzata per pronunciare oracoli, per promuovere sogni propiziatori e a fini divinatori come racconta Plinio il Vecchio nella sua Naturalis historia.

Era anche ingrediente di una famosa pozione magica (quella di Panoramix nei fumetti)


Myrrhae, Dammar, Boswellia…

DAMMAR: in lingua malese significa luce, essendo catarifrangente; questa resina con la sua nota eterea, fresca, luminosa aiuta ad entrare in contatto con le entità celesti e a portare luce agli animi bui.

MASTICE greco: Pistacia lentiscus var. Chia (qualità pregiata); grande protagonista del mondo ellenico; attualmente usata in ambito culinario, medico, odontoiatrico, sacro. Rischiara la mente e dona vivacità interiore con il suo fresco profumo fruttato, etereo; è un invito a volgere lo sguardo verso l’alto, verso la luce, e gli viene conferito doti di chiaroveggenza, potenziando l’intuito e favorendo le visioni.

INCENSO (resina della Boswellia; in particolare la B. sacra/carteri): considerato una delle sostanze più sacre e pregiate, profumo divino per eccellenza: consentiva di accedere alle sfere superiori. Grazie alla presenza di THC coinvolge profondamente la sfera della coscienza.

LADANO (resina del Cistus ladanifero/cretico): collegamento tra sfera del conscio e del subconscio (l’inconscio collettivo per Jung); è una essenza complessa con calde note terrose, fumose, legnose, ambrate, apre le porte all’anima, è molto evocativa, apre all’immaginazione, penetra, si insinua e risveglia mondi dimenticati. Evoca il mistero, il segreto, l’indefinibile.

E poi artemisia, opopanax, mirra, canfora, luppolo, copale…

Portare dentro e in profondità questi aromi attraverso la fumigazione apre porte antiche e future… mettersi in rispettoso “ascolto” davanti alla pratica della fumigazione crea uno Spazio Sacro, dove l’intimo momento svolge un ruolo unico nel prendersi cura di Te…

Vivi Armonico offre decine di incensi, ricchi della loro storia e dell’essenza profumata naturale (www.viviarmonico.it)

È possibile essere accompagnati in questo viaggio anche attraverso incontri online; vai sul sito www.sabrinagrandoni.it

Seguiteci e ne olfatterete delle belle!

Grazie… Namastè… Gassho…

Sabrina Grandoni e Vivi Armonico

un incontro con gli Incensi a Riccione, presso Centro Olistico il Quadrifoglio


0 visualizzazioni

vivi armonico

HELP

CONTATti

Newsletter

Sabrina - 347 8364839

Stefano - 328 8255168
viviarmonico@gmail.com

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
  • YouTube Icona sociale

© 2020 by Faris. Proudly created for viviarmonico.it