Oli Essenziali

 

Rappresentano l'anima della pianta...questi oli ESSENZIALI sono l'essenza fondamentale e celestiale della pianta... di quella pianta, in quel territorio, in quel momento!!! Per questa semplice ragione non si potrà mai avere un olio identico a un altro seppur con lo stesso nome.
Vengono ottenuti in vari modi: distillazione in corrente di vapore, spremitura a freddo delle bucce (agrumi), estrazione con solventi (gelsomino, loto, magnolia, frangipane, mimosa, ginestra), enfleurage.
Il loro utilizzo va sempre seguito accuratamente da personale esperto. Sono prodotti potenti con avvertenze d'uso, controindicazioni e indicazioni specifiche.
Ci sono testi e operatori di settore che possono aiutare.
 
 Comunemente gli oli essenziali a seconda delle caratteristiche, dal punto di vista aromatico vengono distinti in 3 note:
Nota di testa: è data dai profumi che si avvertono per primi e si dissolvono velocemente. Sono molto volatili e hanno una vibrazione molto alta e sottile, che agisce dal basso verso l’alto. Possono essere essenze fresche o fruttate come quelle degli agrumi, con effetto calmante sul sistema nervoso, o pungenti e mentolate come quelle degli oli balsamici, dai benefici effetti sul sistema respiratorio e circolatorio.

 

Nota di cuore: la possiedono le essenze morbide e floreali, dalla volatilità media e ampia che porta verso il cuore, con effetto riequilibrante e vitalizzante, attive soprattutto nei momenti di forte agitazione o tristezza. Sono le note dolci e leggermente aspre ottenute dai fiori e dalle foglie.
Nota di base: sono oli che emanano profumo caldo e pesante, dalla minore volatilità, con una persistenza che può perdurare per molte ore; ricavati da legni, resine e spezie hanno effetto tonificante, rubefacente e corroborante. La vibrazione è bassa, pesante e profonda, porta verso la terra: sul piano psichico aiutano a dare stabilità e forza.

Gli oli devono provenire da coltivazioni biodinamiche, biologiche o spontanee; la rete di distillatori cui mi rivolgo per lo più opera in piccole produzioni rispettando i tempi e le modalità per ottenere un prodotto qualitativamente ottimo. La mia passione per gli oli mi porta a partecipare a corsi di distillazione e conoscere anche piccoli produttori locali cui mi rivolgo per ottenere anche piccole quantità di olio essenziale o idrolato che propongo.

Il mio intento è educare le persone a utilizzare strumenti per riconoscere oli di buona qualità, e in commercio ce ne sono tanti, così come ci sono oli che non lo sono. E' un mondo veramente complesso ed affascinante, che può aiutare ognuno a ritrovare un benessere psico-fisico.

Uso degli oli essenziali:
1) diffusione ambientale: lampade per aromi (5/10 gocce in acqua); spray ( 10/15 gocce in 100 ml di acqua distillata o idrolato; agitare prima dell'uso)
2) suffumigi: inalazione per malattie da raffreddamento con oli balsamici oppure esposizione del viso per bagni come pulizia; 3/5 gocce in acqua calda
3) bagno: 5/10 gocce veicolate da un cucchiaio di miele, panna o sale, sciolte in acqua calda
4) massaggi: 5/10 gocce in 30 ml di olio vegetale (mandorle, jojoba, sesamo ecc..) o in oleolito o crema base
5) sauna: 5 gocce in una vaschetta d'acqua da versare sulle pietre roventi (mai l'olio essenziale puro che è infiammabile)
6) impacchi caldo-umidi per distendere e sciogliere la muscolatura: 5/10 gocce  veicolate in un cucchiaio di miele, in un litro d'acqua. Immergere una pezzuola, strizzarla e posizionarla sulla parte del corpo
7) impacchi freddi per sfiammare e rinfrescare
8) pediluvi: eccezionale e vecchio rimedio efficace sia per malattie da raffreddamento che problemi circolatori; può essere caldo per aprire i meridiani energetici o freddi (a piede caldo!) d'estate come stimolante circolatorio. Mettere 5/10 gocce in acqua,veicolate da sale o miele
9) l'uso interno va prescritto da personale esperto dietro consulenza(!!!!) (sempre veicolatiin giusto modo, mai puri tal quale )
10) qualche goccia di uno o più oli essenziali per potenziare e creare un rimedio oleoso ( oleoliti, unguenti, creme ecc...
12) creare un profumo botanico salutare per il corpo, la mente, lo spirito! (veicolare gli oli essenziali in alcool o olio)
11) fare massaggi aurici o sui chakra (usare 1/2 gocce di olio essenziale anche puro sul chakra; l'azione svolta è a livello sottile)
 
...non esitate a contattarmi per chiarimenti, dubbi, suggerimenti, idee, richieste inerente al magico mondo dell'Aromaterapia (viviarmonico@gmail.com)

Iscriviti alla News Letter

© Vivi Armonico s.a.s.

di Grandoni Sabrina

via Trombetti n°2

47042 Cesenatico (FC)

mail: viviarmonico@gmail.com

cell. '+39 - 328-8255168

cell. +39 - 347-8364839

Iscritto al registro imprese della CCIAA di Forlì

P.I. 04246430401